Topazio

Il nome topazio deriva molto probabilmente da un'isola del Mar Rosso, "Topazos", oggi chiamata Zabargad, l'antica fonte di peridoto. In passato tutte le gemme bruno-dorate e talvolta anche verdi erano chiamate topazio, il che causava una confusione sufficiente anche oggi.

Questa gemma viene estratta soprattutto in Brasile, alcuni esemplari si trovano anche in Mozambico e in Nigeria.

Il topazio è disponibile in molti colori, inclusi: trasparente, marrone, giallo, arancione, rosso, rosa e blu che risulta essere il più diffuso in gioielleria e la sua colorazione è dovuta alla presenza di ferro e cromo.

Date le caratteristiche di questa gemma vengono utilizzate tutte le tipologie di taglio nella sua lavorazione.

Con il suo indice di rifrazione relativamente alto e la durezza di otto (scala di Mohs), senza particolare sensibilità alle sostanze chimiche, può essere utilizzato, con la dovuta cura per tutte le creazioni in gioielleria.Il topazio più famoso è un esemplare gigante incastonato nella corona portoghese, il "Braganza", che inizialmente si pensava fosse un diamante.

É presente anche un bellissimo topazio incastonato nella Green Vault di Dresda, una delle più importanti collezioni di gemme del mondo.

Il topazio è la pietra portafortuna per coloro che sono nati nel mese di novembre.